Cultura

L’incontro internazionale di tutti gli amanti dell’Italia

L’incontro internazionale di tutti gli amanti dell’Italia (Onda International, 10/09/16) – I giorni 17-19 novembre 2016 si terrà a Vitoria e Bilbao, in Spagna, il XVI Congresso Internazionale della Società Spagnola degli italianisti (SEI), «L’ITALIANITÀ E OLTRE L’ITALIANITÀ/LA ITALIANIDAD, A EXAMEN», in cui gli specialisti di tutto il mondo presenteranno le loro ricerche e rifl­essioni su ciò che è l’italianità, su come è costruita, su come può cambiare nel tempo, nello spazio e nei contesti (e cosa si può fare per cambiarla).

Un evento prestigioso di­ffuso internazionalmente
Il Congresso rifl­ette sul rapporto tra “identità” culturale, nazionale, politica, linguistica, commerciale, di consumo, ludica, ecc., di ogni società, di ogni gruppo sociale. Il convegno si rivolge non solo agli italianisti, ma agli specialisti, ricercatori, comunicatori e intellettuali delle scienze umane in generale, ed anche al mondo del marketing, la pubblicità, le relazioni pubbliche e la gestione delle imprese; e agli studenti di queste materie.

Se i ricercatori appartenenti al mondo dei mercati sostengono che l’italianità è associata all’arte, alla cultura, alla gastronomia, alla moda, alle auto, al bel tempo, alla bellezza, alla cordialità, ai piaceri, a un passato (L’Impero Romano, l’Umanesimo e il Rinascimento, il Papato, la Repubblica di Venezia, i Borboni…), il congresso vuole interrogarsi sul perché e in che modo è così.

Data l’importanza dei temi aff­rontati, il nostro congresso conta con il sostegno delle principali istituzioni, che in tal modo riconoscono l’alto valore scientifico e culturale dell’iniziativa. Tra questi ricorderemo: il Governo Italiano, il Gobierno Basco, il Ministerio Educación y Cultura della Spagna, l’Istituto Italiano di Cultura e l’Università dei Paesi Baschi.

Italianità e cultura
L’Italianità, al giorno d’oggi, probabilmente è rappresentata da Umberto Eco, Roberto Benigni, Paolo Sorrentino, Roberto Saviano, Claudio Abbado, Pier Paolo Pasolini, Federico Fellini, Michelangelo Antonioni, Italo Calvino, Sandro Pertini, Pirandello, Eduardo de Filippo, Ermenegildo Zegna. L’italianità è anche la pasta, la pizza, una Fiat, il panettone del supermercato, un’Alfa Romeo o una Ferrari. Però è anche il mito e l’incubo ritratto dall’interminabile e infernale autostrada Salerno-Reggio Calabria, il tormentone del virtuale ponte sullo stretto di Messina, ed anche organizzazioni criminali come la camorra dei Casalesi.
In questo ventaglio interminabile di ambiti nei quali si esprime, in principio, la supposta italianità, quali dovrebbero essere le condizioni nelle quali distinguere con chiarezza l’oggetto di analisi dal suo interesse? In che modo la letteratura ha contribuito nel tempo alla costruzione dell’italianità? Che ruolo ha avuto il cinema nella creazione dell’italianità? E la musica con i suoi testi? E la stampa? In tal senso, il Congresso L’ITALIANITÀ E OLTRE L’ITALIANITÀ/LA ITALIANIDAD, A EXAMEN ha tra i suoi obiettivi l’analisi delle modalità con cui si realizza il significato del valore italianità. La Italianità: un valore frutto di una costruzione culturale il cui impiego (oppure opposizione o associazione) deve poter essere giudicato eticamente anche nelle situazioni attuali e appartenenti al passato, poiché, come ogni altro valore, non deve mai costituire un salvacondotto che esoneri dalla ricerca del bene comune.

il XVI Congresso Internazionale della Società Spagnola degli italianisti (SEI), «L’ITALIANITÀ E OLTRE L’ITALIANITÀ» è organizzato da Congresso Internazionale Organizzato dalla S.E.I per conto del Dep. de Filología Hispánica, Románica y de Teoría de la Literatura Facultad de Letras EHU-Universidad del País Vasco e dal Departamento de Comunicación Audiovisual y Publicidad EHU-Universidad del País Vasco.

Per maggiori informazioni visitare il sito web dell’evento www.italianitas.com o la prestazione seguente.

Download (PDF, Sconosciuto)

Other international contexts

Iscriviti al nostro canale

Onda International Facebook page