Liguria Non categorizzato

Albergatori contro Booking e Trivago: ladri di commissioni e di tasse

(S.Andreetto – Il Secolo XIX, 22/04/15) – I sistemi di prenotazione on line, come Booking.com e Trivago, ci stanno massacrando perché, oltre a chiedere il 25 per cento su ogni camera venduta, pagano le tasse all’estero».

A lanciare l’allarme per il settore turismo che rischia di essere sempre più penalizzato se non si riuscirà a proporre forme di prenotazione alternative a quelle on line, è Carlo Scrivano, direttore dell’Unione provinciale albergatori nell’ambito dell’incontro “Turismo nel finalese: situazione e prospettive future”, tenutosi in sala consigliare, nell’ambito del quale sono state presentate le nuove guide, pubblicate da Marco Sabatelli Editore, dedicate al Finalese e al Pietrese in lingua italiana ed inglese.

«Nonostante Finale Ligure sia stata l’antesignana nel proporre l’outdoor in alternativa al turismo balneare, questo prodotto non basta più per allungare la stagione estiva – aggiunge Scrivano – . Per questo motivo, ci stiamo impegnando per crearne uno nuovo che possa essere riconosciuto e commercializzato». E aggiunge: «E’ necessario lavorare per proporre un prodotto legato ad un’identità territoriale, in modo che la prenotazione della camera passi in secondo luogo. Per farlo è indispensabile che il pubblico e il privato lavorino in sinergia. Il compito del settore pubblico è fare in modo che il privato possa esprimere al meglio le proprie potenzialità per farsi conoscere». In poche parole, basta ai finanziamenti per la promozione fine a se stessa se non c’è un prodotto con un’identità forte per essere commercializzato.

L’assessore al turismo del comune di Finale Ligure, Claudio Casanova ha sottolineato che il trasferimento della Piaggio concentrerà le prospettive di sviluppo e lavoro unicamente sul turismo. «Il nostro è un territorio che offre potenzialità straordinarie sia per la sua naturale conformazione sia per le diverse possibilità di utilizzo, in funzione di flussi turistici interessati alle diverse attrattive – dice Casanova -. Con l’outdoor, da tempo, Finale è riuscita ad attuare la destagionalizzazione. E grazie a eventi 24 ore di mountain bike o la World Series di super enduro possiamo beneficiare di un veicolo promozionale straordinario». Ma Casanova anche ha sottolineato che, in questo momento di difficoltà economica, è necessario unire le forze e creare sinergie tra coloro che operano nell’outdoor.
Original source: http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2015/04/22/ARX7UzCE-albergatori_commissioni_booking.shtml

Other international contexts

Iscriviti al nostro canale

Onda International Facebook page