Liguria Non categorizzato

Genova: beccati cento furbetti del parcheggio

(La Repubblica, 26/02/15) – Falsificavano l’indirizzo e pagavano solo 25 euro all’anno per lasciare l’auto nelle aree blu. La Procura li sospetta di truffa aggravata allo Stato.

Nell’autocertificazione scrivono un indirizzo diverso per ottenere il permesso di parcheggiare nelle aree blu. Sono i ‘furbetti del parcheggio’, poco meno di un centinaio. Parcheggiare un anno intero spendendo solo venticinque euro a differenza della tariffa intera oraria che, nei quartieri centrali, raggiunge i due euro e 50 all’ora: il guadagno è cospicuo. Ma questa volta, i ‘furbetti’ sono stati beccati e adesso rischiano grosso: la Procura li sospetta di “truffa ai danni dello Stato”.

Secondo il magistrato la società che gestisce i permessi, la Genova parcheggi, è da considerarsi pubblica pur essendo una spa, perché partecipata dal Comune. Pertanto, secondo il magistrato, si profila non una truffa semplice ma una truffa aggravata ai danni dello Stato.

E’ stata la Genova parcheggi a dare l’avvio all’inchiesta penale. Per scoprire i bugiardi gli impiegati hanno incrociato i dati anagrafici con l’autocertificazione e i dati di proprietà della targa. E l’inganno è stato svelato.

Original source: http://genova.repubblica.it/cronaca/2015/02/26/news/beccati_cento_furbetti_del_parcheggio_-108263803/

Other international contexts

Iscriviti al nostro canale

Onda International Facebook page