Cultura Viaggiare

Castel Sant’Angelo svela i suoi segreti

Castel Sant'Angelo svela i suoi segreti(ANSA, 14/05/16) – Una passeggiata alla scoperta del Passetto, il lungo camminamento che collega i Palazzi Vaticani al Castello e che serviva ai Papi per mettersi in salvo in caso di pericolo. Per poi scendere nel buio delle prigioni, le terribili segrete da cui tentò una rocambolesca evasione l’orafo Benvenuto Cellini e dove trovò la morte la nobile famiglia romana dei Cenci. A Roma Castel Sant’Angelo apre le porte dei suoi segreti con visite guidate in luoghi finora chiusi per motivi di sicurezza. Ed è un’occasione da non perdere per un itinerario affascinante nel cuore del monumento. Usato per la prima volta al tempo di Papa Nicolò III (1277- 1280), strategico nei giorni del Sacco di Roma (1527) quando permise a Papa Clemente VII di sfuggire alle violenze dei lanzichenecchi, il Passetto è la prima tappa del tour, che oltre alle prigioni prevede la scoperta delle antiche Oliare, depositi alimentari del Castello, e della Stufetta di Clemente VII sala da bagno ‘gioiello’ dei pontefici.
Percorsi gli 800 metri del Passetto, con le feritoie che permettono scorci di grande suggestione sulla città e le case di Borgo, i visitatori vengono accompagnati giù per una ripida scaletta alle Prigioni Storiche, allestite agli inizi del Cinquecento nei sotterranei del castello da Alessandro VI Borgia. Qui, passando in rassegna l’infilata di celle umide e buie il pensiero corre alla storia e ai tanti che vi furono rinchiusi, da Papa Paolo III Farnese all’umanista Pomponio Leto, da Cellini, rinchiuso a lungo nel 1538, alla famiglia dei Cenci, che tra queste mura morì nel 1599 per un tenebroso ‘affaire’ di violenze, omicidi e intrighi politici. Senza dimenticare i tanti patrioti rinchiusi durante il Risorgimento per aver congiurato contro il potere temporale o personaggi ambigui come Giuseppe Balsamo, il falsario meglio noto come Conte di Cagliostro che nel 1789 vi fu rinchiuso su ordine della Santa Inquisizione per le sue attività di negromante, medium e taumaturgo. Le visite al Castello segreto sono tutti i giorni, 2 in italiano e 2 in inglese per gruppi di massimo 15 persone.

Original source: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2016/05/14/castel-santangelo-svela-i-suoi-segreti_96e599b0-6210-4805-b150-99ec0747a195.html

Other international contexts

Iscriviti al nostro canale

Onda International Facebook page