Liguria

Stop nel Tigullio ai bus turistici

Stop nel Tigullio ai bus turistici(S.Pedemonte – Il Secolo XIX, 08/02/18) – L’estate 2017? Ha avuto un tormentone fra Rapallo e “Santa”: il caso dei via vai dei pullman turistici. L’estate 2018? Potrebbe essere la prima di un nuovo anno zero, per la mobilità. Così, almeno, sperano i Comuni di Rapallo, Santa Margherita e Portofino.

Perché c’è il via allo stop ai pullman turistici lunghi 12 metri o più. E l’obbligo di interscambio su navette di dimensioni minori – le “Frecce” Euro 6 (e, da settembre 2018: elettriche). Se ne parlava da settembre scorso, ormai, fra incontri, ordinanze già abbozzate, vertici vari. Ora, ci siamo: Rapallo, Santa Margherita e Portofino hanno firmato, ieri, in Municipio a “Santa” la dichiarazione di intenti sul tema. Quattro pagine in tutto, 18 punti chiave. Sta ad Atp, adesso, trasformare il quadro tracciato in un progetto da far decollare in via sperimentale. Quando? «Da metà marzo» scalpita il sindaco Carlo Bagnasco che, a Rapallo, ha già in corso più cantieri-mazzata per la viabilità. Sperimentazione che parte con linea morbida. Prevedendo le “white list”. Ovvero: non dovranno fermarsi per l’interscambio i pullman diretti agli alberghi o ai pontili dei battelli di Rapallo e di “Santa”.

E, ancora: niente stop per i pullman destinati ai passeggeri delle navi da crociera e quelli degli studenti in gita. Viene il dubbio, allora, che sia un provvedimento mirato anti turismo mordi e fuggi all’Europamundo, per semplificare. Il sindaco di “Santa” Paolo Donadoni, smentisce: «Non è affatto così, non è un provvedimento contro qualcuno».

In concreto: l’interscambio avverrà nell’area deposito Atp a San Pietro di Novella, poco distante dall’uscita del casello autostradale di Rapallo. Ci sarà l’area caffè, i servizi igienici, un’accoglienza specifica coinvolgendo gli studenti – con felpe griffate “Santa”, Rapallo e Portofino – e le aziende locali. Scesi dai pullman turistici e a dopo qualche minuto di ristoro nell’area di interscambio, i turisti raggiungeranno la meta sulle “Frecce”, navette di dimensioni minori (e meno inquinanti).

S.Pedemonte – Il Secolo XIX, Stop nel Tigullio ai bus turistici, arrivano le navette