Culture Liguria

Genova: All that music a Villa Bombrini

Genova: All that music a Villa Bombrini(Comunicato Stampa, 26/07/17) – Nell’ambito della rassegna “Estate VIVA – Villa Bombrini 2017” , un progetto dell’Associazione Culturale Worldtoday diretta da Michele Ienco “All that music“ – Seconda edizione 2017.
Venerdì 28 luglio 2017, ore 21.30 Concerto del gruppo musicale “Felice Reggio Quartet“ Progetto „My favorite movies“ La storia del cinema nelle sue colonne sonore.
Domenica 30 luglio 2017, ore 21.30 Concerto del gruppo musicale „Le tre sorelle“ Folk Band – Musica popolare del Sud Italia

Felice Reggio Quartet Progetto “My favorite movies“ La storia del cinema nelle sue colonne sonore.
Tromba e flicorno, tastiera, contrabbasso, batteria. “My Favourite Movies” propone le più affascinanti melodie delle pellicole della storia del Cinema italiano e mondiale tratte dai film più famosi, dal neorealismo ad oggi, arrangiate da Felice Reggio, attraverso un percorso cronologico raccontato ed interpretato durante il concerto. Da quando nel 1916 Victor Shertzinger registrò le prime musiche da utilizzarsi specificatamente per una pellicola cinematografica, la composizione delle colonne sonore è diventata sempre più un’arte a sé stante. Se in America la storia del Cinema corre parallela alla storia del Jazz dalla fine degli anni Venti, nel nostro Paese, per la definitiva consacrazione di questo genere sui nostri schermi, dobbiamo aspettare gli anni del boom economico. Alcune di queste colonne sonore sono rimaste memorabili e alcuni celebri sodalizi tra compositori e registi hanno finito per diventare tratto distintivo della filmografia di questi ultimi, si pensi a: Nino Rota e Federico Fellini, Ennio Morricone per Sergio Leone e Giuseppe Tornatore, Piero Piccioni per Michelangelo Antonioni e Francesco Rosi, Armando Trovajoli per Ettore Scola e Dino Risi. Il quartetto eseguirà musiche tratte dalle colonne sonore di celebri film composte, tra gli altri, da Nino Rota con La Strada(1954), La Dolce Vita (1960), Amarcord (1973), Suite dal “Il Padrino” (1972), Ennio Morricone con Per un Pugno di dollari (1964), Giù la testa (1971), Suite da C’era una volta in America (1984), Nicola Piovani La Vita è Bella (1997), e ancora Piero
Piccioni, Henry Mancini Smile, Astor Piazzolla. Felice Reggio (tromba, flicorno e cornetta ), Compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, ha acquisito, grazie agli studi classici e alla passione per il jazz, una preparazione che gli ha consentito di spaziare in diversi generi musicali. Ha suonato con artisti di fama internazionale, fra cui: Chet Baker, Ray Charles, Michael Bolton, Carl Anderson, Lee Koniz, Art Farmer, Toots Thielemans e molti altri. Ha collaborato con le più importanti orchestre jazz e di musica leggera come, ad esempio, in qualità di solista: Ennio Morricone, Gianni Ferrio, Nicola Piovani, Ray Charles Orchestra, Quincy Jones, Solar Big Band di Giorgio Gaslini, Orchestra Italiana del Cinema, Roma Sinfonietta, Orchestre Rai e Mediaset, ecc. E ancora con orchestre classiche come: Orchestra Sinfonica della Rai, Orchestra del Teatro dell’Opera Carlo Felice di Genova, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Gli Ottoni del Carlo Felice di Genova, ecc. Collaborando spesso anche come compositore e arrangiatore.

Le Tre Sorelle
Folk Band – Musica popolare del Sud Italia (canto, musica e ballo)
Il progetto musicale ‘Le Tre Sorelle’ è nato con l’obiettivo di far conoscere e valorizzare le vocalità femminili tipiche del patrimonio melodico del sud Italia. Il trio presenta un repertorio di brani polivocali tradizionali accompagnando l’ascoltatore in un viaggio sonoro attraverso le regioni del Meridione: dai valzer e canti siciliani e della Campania alle tarantelle del nord e del centro della Calabria, soffermandosi più a lungo in Puglia con le sue serenate e stornelli, canti d’amore e di sdegno, la pizzica salentina e della Bassa Murgia. L’intento delle Tre Sorelle è quello di offrire delle versioni personali dei brani interpretati, avendo rispetto della tradizione, della memoria e della cultura di cui sono espressione. Alcuni dei canti in repertorio sono inediti, frutto dello studio diretto con ricercatori, musicisti e suonatori tradizionali. Gli arrangiamenti proposti seguono la semplicità e l’immediatezza tipiche della musica popolare, esaltando il diretto coinvolgimento dato dall’intessersi delle voci impegnate nell’esecuzione di questi meravigliosi canti. I brani vengono eseguiti ‘alla stisa’ (a cappella) o con l’accompagnamento di strumenti musicali tipici: fisarmonica, organetto, chitarra battente, tamburelli, tamburi a cornice e un vasto assortimento di percussioni minori: putipù, violino a sonagli, castagnette, castagnola, triccaballacche, triangolo in ferro, mestoli e cucchiai, ecc.