Liguria

Il mondo di Giuseppe e Frieda Bacigalupo

Il mondo di Giuseppe e Frieda Bacigalupo (Onda International, 16/09/17) – Dalle memorie del mitico medico rapallese Giuseppe Bacigalupo e della moglie Frieda, pediatra americana, una storia confidenziale del Novecento e dei personaggi internazionali che hanno animato la vita culturale e mondana della Riviera.
Immagini e testi inediti consentono di ripercorrere un secolo di grandi amicizie ed esperienze vissute.

Sestri Levante 15 settembre-1 ottobre 2017
Palazzo Fascie – Sala espositiva (2° piano) – Corso Colombo 50
Orario: Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00
Inaugurazione: Sabato 16 settembre, ore 17.00

“Nel dopoguerra una coppia straordinaria ha reso la vita di Rapallo più felice e intensa per i visitatori anglosassoni. Giuseppe (Bubi) Bacigalupo e la moglie americana, Frieda Bacigalupo Natali, sono entrambi medici. La storia di Rapallo nel dopoguerra è per larga parte la storia dei Bacigalupo. Nessuno scrittore che ha vissuto a Rapallo ha saputo resistere alla tentazione di scriverne.”
GEOFFREY BOCCA, “Realités”, gennaio-febbraio 1981

“Since the war, a remarkable married couple has made life in Rapallo happier and more worthwhile for Anglo-American visitors. Giuseppe (Bubi) Bacigalupo and his American-born wife, Dottoressa Frieda Bacigalupo-Natali, are both physicians. The history of post-war Rapallo is largely a history of the Bacigalupos. No writer who has lived in Rapallo has been able to resist the temptation to write about them.”
GEOFFREY BOCCA, “Realités”, January-February 1981

Ieri a Rapallo di Giuseppe Bacigalupo è un libro prezioso, che merita di essere letto per due ragioni: difficile dire quale delle due sia prevalente. La prima ragione è che, pubblicato nella prima edizione tanti anni fa, offre la visione di un’Europa irrimediabilmente scomparsa, un’Europa che non esiste più, abitata da personaggi straordinari per la leggerezza, l’eleganza, lo stile con cui trascorrevano le loro oziose giornate: evitavano la Costa Azzurra già un po’ troppo affollata, scoprivano Rapallo, Sestri Levante, Portofino, borghi di pescatori accoglienti nella loro umile semplicità. Ma l’altro pregio del libro è la personalità di chi lo scrive: Giuseppe Bacigalupo, un medico ligure e cosmopolita, che dei personaggi intorno a lui conosce pregi e difetti, li aiuta a vivere al meglio, e li descrive serenamente, con grande umanità. PIERO OTTONE

Giuseppe Bacigalupo
Nato a Rapallo nel 1912 da madre tedesca, pediatra, e dal farmacista Massimo Ruggero Bacigalupo di Sestri Levante, trascorse in Germania presso i nonni materni gli anni della Prima guerra mondiale. Rientrato in Italia si segnalò come promessa del tennis battendo nel 1928 l’allora campione italiano. Negli anni successivi “Bubi Bacigalupo” fu uno dei primi tennisti italiani. Nel 1935 proseguì gli studi di Medicina a Siena, laureandosi nel 1938. A Siena conobbe la futura moglie, la statunitense Frieda Natali, che sposò nel 1939. Durante la guerra fu ufficiale medico nell’Ospedale di Loano. Nel 1949 aprì a Rapallo la clinica “Villa Chiara”, in cui passarono importanti figure del “mondo di ieri”. Nel 1980 pubblicò la prima edizione di Ieri a Rapallo, una serie di ritratti di pazienti e amici spesso ristampato. Morì nel 1999, alla fine di un secolo di cui aveva attraversato con flemma e spirito i momenti principali.

Frieda Bacigalupo Natali
Nata nel 1909 in Pennsylvania, primogenita di padre toscano e madre americana ma di genitori pistoiesi, fu la prima in famiglia a fare studi superiori, iscrivendosi all’Università di Pittsburgh e laureandosi nel 1932 con una tesi di Letteratura francese. Dopo un periodo di insegnamento scolastico, nel 1937 ottenne una borsa di studio per l’Italia e trascorse un anno fra Firenze e Siena, dove conobbe il futuro marito. Sposatasi nel 1939, intraprese studi di Medicina, che proseguì durante la guerra. Esercitò la pediatria nel Tigullio, divenendo un punto di riferimento nella comunità locale (OMNI, Circolo Culturale del Tigullio, Biblioteca) e in quella internazionale. Fu nominata Cavaliere della Repubblica nel 1972. Morì nel 1983 senza avere rallentato l’intensa attività professionale e sociale. Una borsa di studio “Frieda Bacigalupo Natali” è assegnata annualmente dalla FAWCO (Federazione Internazionale degli American Women’s Club).