Culture Favorites Navarra

Pamplona a través del rapero italiano Fabri Fibra

(A.Cacciola Donati – Onda International, 06/08/17) – Nos adelantamos a un pequeño fenómeno a punto de llegar en Pamplona: se trata de una canción que se está poniendo de moda en Italia y que acaba de alcanzar decena de millones de personas.

Pamplona es un “single” del rapper italiano Fabri Fibra, el segundo del álbum Fenomeno y publicado el 5 de mayo de 2017. La canción, como era de esperar, está a punto de convertirse en uno de los éxitos del verano 2017: Somos como los toros en Pamplona / Pamplona-Pa! Es la manera perfecta para resonar en cada playa.

Producida por Mace y escrita en colaboración con Darío fibra Faini, Davide Petrella y Vanni Casagrande, Pamplona conta con la participación del grupo Thegiornalisti pop independiente. La pieza consta de dos estrofas del rapero en alternancia con versos cantados por el líder Thegiornalisti, Tommaso Paradiso, seguido por unos riffs de trompeta, con un texto cruel que mezcla el glamour con el crimen.

Con más de 26 millones de visualizaciones, el videoclip, dirigido por Cosimo Alemà, muestra Fabri Fibra y Tommaso Paradiso, cantar la canción en un ambiente años setenta, con algunas secciones donde el rapero canta en un club y otras donde canta junto a dos chicas en bikini, otras con dos artistas que cantan con un toro detrás…

A pesar de las letras, relacionadas con la mafia y la política italiana, lamentablemente la canción y su videoclip reproducen el falso estereotipo de Pamplona, hecho de chicas guapas, de toreros y de toros.

 

El texto integral en italiano:

Stavo col libanese
Quando sotto casa gli hanno sparato
Ma quanta violenza che passa in tele
Però meglio in tele che dentro casa
Frate, lavoravo in un ufficio
Giuro stavo diventando pazzo
Ci pagavo a malapena l’affitto
In Italia non funziona un cazzo
Sognavo nella tasca i contanti
Ho vomitato le rime più crude
Che brutta vita fanno i cantanti
A quindici anni oggi tutti youtuber
E questo è il ricambio generazionale
Se segui ricambio, rapper nazionale
Corro sulla fascia, la moda divide
La gente si lascia, al passo con i Kardashian

Dove sei?
L’estate comincia adesso
Ma tu vuoi correre
C’è l’Apocalisse in centro
Segui le luci della città
Pace agli uffici e alle università
Beviamoci su che qualcosa qui non funziona

Siamo come i tori a Pamplona
Pa-Pamplona
Siamo come i tori a Pamplona
Pa-Pamplona
Siamo come i tori a Pamplona

Oggi le modelle fanno le DJ
La bella gente, la pista, le luci
E le ventenni vanno a letto con i vecchi
Per pagarsi una borsa di Gucci
A Milano piove spumante
Perché lo Champagne è francese
Un matto gira in centro in mutande
E uccide i passanti con un machete
La politica ci vuole divisi
In TV sento parlare di Isis
Su nel cielo, guarda, volano missili
Fuori fighe da sfilate Intimissimi
Droga gira in questi party, unisciti
Ogni tanto vedi c’è chi collassa
Gli adulti che si fanno selfie in crisi
Non trovano parole neanche per gli hashtag

Dove sei?
L’estate comincia adesso
Ma tu vuoi correre
C’è l’Apocalisse in centro
Segui le luci della città
Pace agli uffici e alle università
Beviamoci su che qualcosa qui non funziona

Siamo come i tori a Pamplona
Pa-Pamplona
Siamo come i tori a Pamplona
Pa-Pamplona
Siamo come i tori a Pamplona

Fuggiamo insieme
E sorvoliamo l’oceano
È da una vita che vuoi sapere

Il nostro posto qual’è
Il nostro posto qual’è
Il nostro posto qual’è
Stavo col Libanese
Ma quanta violenza in tele
Vieni qui fuggiamo insieme

Che la luce si accenda

Dove sei?
L’estate comincia adesso
Ma tu vuoi correre
C’è l’Apocalisse in centro
Segui le luci della città
Pace agli uffici e alle università
Beviamoci su che qualcosa qui non funziona

Siamo come i tori a Pamplona
Pa-Pamplona
Siamo come i tori a Pamplona
Pa-Pamplona
Siamo come i tori a Pamplona