Books Favorites

L’Amazon che non vuole sbigottirsi

L’Amazon che non vuole sbigottirsi

(Angelo Cacciola Donati, Onda International, 13/12/19) – Amazon: il colosso dei pacchetti e pacchettini a domicilio. Coloro che tra qualche anno vorrebbero fare le consegne con i droni e che vantano probabilmente la più grossa casa editrice del mondo. Ebbene, il 28 ottobre scorso ho pubblicato, per l’appunto con Amazon, un libro di poesie e fotografie “Sbigottiti: Poesia e immagini”, per poi pubblicare anche la versione in spagnolo, “Estupefactos: Poesia e imágenes” il 17 novembre. Da allora non sono mai riuscito ad avere in mano una copia del libro stampato, nonostante abbia già effettuato due ordini e mi venga nell’attualità parzialmente impedita la possibilità di farne un terzo.

Procediamo con ordine nel descrivere le vicende di questa grottesca storia e cominciamo con il fornire i dati di base. Gli ordini sono stati effettuati attraverso la piattaforma spagnola di Amazon (amazon.es) semplicemente perché vivo nella penisola iberica e sono i seguenti: ORDINE N. º 402-9990350-7452319 del 21 novembre 2019 e ORDINE N. º 402-1114889-0609908 del 3 dicembre 2019. Ognuno includeva tra le 20 e 30 copie dei miei libri.
Dopo una più o meno trepidante attesa del risultato tangibile del lavoro realizzato, decido di verificare la localizzazione del pacchetto a tempo per vederlo ripartire per il punto di origine:
– Riconsegna al venditore. – Indica un laconico messaggio. Entro nel sistema di chat dell’impresa e un agente Amazon mi comunica che il mio pacchetto è tornato all’origine perché si è rotto nel trasporto. Un pacchetto di libri!? Magari ci hanno giocato a basket oppure, dico io, i trasportisti avevano freddo e li hanno usati per farne un bel fuoco.
Comunque, anche se difficile, sono riusciti a deteriorare un pacchetto di libri. Può succedere!

A quel punto, non mi resta altro che effettuare un nuovo ordine, che sarà eseguito il 3 di dicembre. Ieri, dopo aver atteso tutta la giornata, basandomi sulle reiterate promesse di Amazon, e con un istintivo presentimento (da tenere in conto nelle riflessioni che seguiranno) mi pongo in contatto con il servizio clienti e scopro che non sanno cosa sia successo ma che il mio pacchetto si è perso. Oggi, pertanto, decido di realizzare una nuova richiesta sennonché il sistema mi avvisa di avere in stock solo una copia di entrambi. A questo punto ci si potrebbe anche arrabbiare…

Eppure, no! Potrebbe anche essere un complotto ordito da Amazon nei confronti dei miei libri. Magari il contenuto poetico dei miei testi oppure le foto realizzate da mia figlia Sara non sono di loro aggrado e pertanto rompono i miei libri e li fanno sparire. Allora vediamo un po’ insieme quali potrebbero essere punti più critici di “Sbigottiti”..

Già l’affermazione di pag.6 potrebbe scatenare le ire di chi vende tante cose superflue. “Raramente la mente ci permette di percepire l’anima, ingombrata com’è da oggetti inutili.”
E poi immagini come quella di pag.27 “Dolcemente ti addormenti mentre le creste spumeggianti ti infagottano protettive.” Forse sono troppo delicate e distolgono dagli acquisti natalizi.

Inoltre, il dire: “La solitudine non esiste se non nella narcisa percezione di sé stessi.” (pag.29); potrebbe anche essere inteso come un invito contro tendenza e un po’ rivoluzionario ad uscire dal proprio guscio, guardarsi attorno e scoprire gli altri, ed immaginiamo con quali nefaste conseguenze per i supermarket globali. Infatti, gran parte degli acquisti che realizziamo hanno proprio origine da questa “narcisa percezione di sé stessi”.

Oppure hanno individuato dei “contenuti osceni” a pag.33, quando descrivendo una siesta parlo di: “Dolcissima voluttà. Distendersi di nervi. Indulgere di profumi e aromi…”. Meno male che accanto ho posto la foto del mio gatto sbadigliando. E nuovamente sul tema della solitudine: “Presi come siamo da ingombranti pensieri, spesso ci dimentichiamo di quello che succede fuori da noi stessi.” (pag.39).

Ma poi, forse soprattutto, parliamo di temi, per il sistema, fuori moda e probabilmente lontani dalla cultura di imprese multinazionali come Amazon, come la MADRE (“Quell’irripetibile, indimenticabile, profumo del seno materno.”, pag.41) o la RELIGIONE (“Non sapevo che fossi che esistessi che agissi costantemente come il ritmo di una musica persistente, vitale.”, pag.65).

Oltre che con le foto allegate potrei continuare con numerosi altri esempi e citazioni, anche se ormai mi sembra superfluo. Infatti, perché mai Amazon non dovrebbe ostacolare i contenuti che ritiene deleteri per il suo impero globale?

Comunque entrambi i libri sono disponibili in versione Kindlen, e poi non è escluso che a voi arrivi a casa anche la versione cartacea.

Sbigottiti: Poesia e immagini

Estupefactos: Poesia e imágenes

Tra realtà e racconto, ma sempre con un po’ di ironia, così concluderei:

La risata

Risate
che raccolgono
gli strazi
dei vissuti
istanti dolenti
i quali,
non più ritenuti
dal riserbo,
esplodono,
per l’appunto,
in una sonora
ilarità generale.

Da “Sbigottiti”, Copyright 2019 © by Angelo Cacciola Donati

Our best book

YouTube Channel

Send this to a friend