Liguria

“Animus Loci”, Chiavari città simbolo d’Europa

(S.Rosellini – Il Secolo XIX, 24/05/18) – Chiavari è città simbolo d’Europa, in un club esclusivo di sette sedi esclusive dell’iniziativa “Animus Loci” della Commissione di Bruxelles, come la Ventotene di Altiero Spinelli, la Norcia di San Benedetto o Trieste, crocevia della letteratura mitteleuropea di Italo Svevo, Bologna, Napoli, Palermo. A portarlanell’esclusivo elenco è stato Roberto Falcone, socio della Società Economica, che ha mostrato a Beatrice Covassi, rappresentante della Commissione europea a Roma, la copia, contemporanea all’originale dell’Atto di Fratellanza della Giovine Europa, conservato proprio alla Società Economica.

Allora a dare questa prestigiosa etichetta alla città del Tigullio è stato lo stesso Giuseppe Mazzini, che quell’atto sottoscrisse, insieme ai rappresentanti della Giovine Polonia e della Giovine Germania, il 15 aprile del 1834 a Berna. «L’originale è negli archivi di Stato», precisa Falcone. Ma Chiavari ha comunque dato alla storia d’Italia, e quindi d’Europa, tanti protagonisti del Risorgimento. «Qui sono nati il padre di Mazzini, quello di Garibaldi, quello dei Bixio e lo stesso Giacomo Alessandro Bixio che, in realtà, era il più autorevole tra i fratelli, più di Nino», racconta Cesare Dotti, assessore della Società Economica, che ieri ha presentato il suo libro “I Mazzini e i Bixio”–Gente di Chiavari protagonista dell’Ottocento”.

 

S.Rosellini – Il Secolo XIX, “Animus Loci”, Chiavari città simbolo d’Europa