(S.Olivieri, S.Rosellini- Il Secolo XIX, 19/07/19) – Il turismo frena e i sindaci corrono ai ripari. Per far fronte al calo registrato nel primo semestre dell’anno, la sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio, rilancia la proposta di un anno fa: «Riprendiamo il confronto interrotto a causa della mareggiata di ottobre: riuniamoci e torniamo a parlare di politica turistica integrata-dichiara-. Di certo il maltempo di maggio ha influito sul calo dei turisti, ma occorre avviare un piano di azione a misura di comprensorio».

Ieri mattina, dall’ufficio della sindaca è partita la comunicazione rivolta a tutti i colleghi del Tigullio costiero, da Moneglia a Portofino; contiene l’invito a incontrarsi subito (data ipotizzata il 25 luglio) per discutere la maniera di risollevare il settore, non tanto per la stagione in corso, ma per il futuro prossimo. «Credo ci siano temi locali, come il calendario di eventi, i collegamenti interni e la promozione, e altri da proporre alla Regione-spiega Ghio-. Penso, in questo caso, al tema dei trasporti, alla classificazione delle strutture ricettive da aggiornare, al territorio da pubblicizzare, soprattutto dopo i danni della mareggiata».

Il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, è della partita. Con lui Ghio ha condiviso l’idea di riprendere il tavolo di lavoro: «Ritengo giusto fare valutazioni insieme, anche con le categorie commerciali che stanno soffrendo-risponde-.Negli anni precedenti abbiamo avuto presenze gonfiate dall’allarme terrorismo. Gli italiani sento ancora la crisi. Dobbiamo fare sistema e lavorare su un calendario condiviso di iniziative di vero, grande richiamo».

Anche Portofino garantisce la presenza al tavolo: «Se non potrò io, andrà qualcun altro», dice il sindaco Matteo Viacava, precisando che «stiamo lavorando da tempo per condividere iniziative con Santa Margherita e Rapallo, e saremo disponibili anche a mettere ancora il marchio “Portofino”, che è sempre di richiamo».

Per il sindaco di “Santa”, Paolo Donadoni, la partecipazione all’incontro è accordata, ma la concretezza è il requisito indispensabile: «Occorre partire da piccole cose concrete, che siano segnali chiari di collaborazione».

S.Olivieri, S.Rosellini- Il Secolo XIX, La Riviera di Levante unita per affrontare il calo del turismo e puntare al rilancio