Liguria

Musica politica e società a Rapallo

Musica politica e società a Rapallo(Onda International, 13/03/16) – Sabato 19 marzo 2016 – Ore 16.00, presso la Biblioteca Internazionale – Villa Tigullio – Parco Casale – tel. 0185.63304, si svolgerá la conferenza di Nicola Ferrari (Università di Genova) avente come titolo
“Musica politica e società: il dialogo Barenboim-Said (Ricordando Pierre Boulez)”.

“Persino la più astratta delle arti si vena di risonanze politiche quando a parlarne sono un intellettuale di origine palestinese e un figlio della diaspora ebraica. Edward Said e Daniel Barenboim usano la metafora della musica per confrontarsi sul significato civile dell’arte, sul valore formativo dell’ascolto dei grandi compositori, sui parallelismi tra arte del suono e arte della parola. Dall’intreccio di riflessioni prende forma una visione complessa dell’universo sonoro.

Luogo irreale ed effimero che si anima per la breve durata delle note, la musica vive sospesa tra due dimensioni: soggetta alle regole della fisica, costruita su precisi rapporti matematici, è al tempo stesso capace di esprimere sentimenti e ideali con un’intensità che l’immagine e la parola raramente attingono. Il tentativo di venire a capo di questo paradosso è l’occasione per riflettere sul significato politico dell’opera di Beethoven, sulla lezione di Furtwängler, sul magistero professionale e umano di Toscanini, sulle difficoltà morali di un direttore d’orchestra ebreo innamorato di Wagner. Proprio la scelta di Barenboim di dirigere le opere wagneriane a Bayreuth, il tempio della musica ariana, diventa l’esempio concreto di come l’arte abbia il potere di superar odi e divisioni, indicando ai popoli un futuro di convivenza possibile.”

(Dal risvolto di Daniel Barenboim – Edward W. Said, Paralleli e paradossi. Pensieri sulla musica, la politica e la società. Con uno scritto di Claudio Abbado, ilSaggiatore, 2015)

Daniel Barenboim (1942), pianista e direttore d’orchestra argentino-israeliano, e Edward Said (1935-2003), anglista, critico e intellettuale palestinese naturalizzato statunitense, nel 1999 hanno fondato insieme la West-Eastern Divan Orchestra che riunisce giovani musicisti palestinesi e israeliani. Nel volume Paralleli e paradossi (ilSaggiatore) essi dialogano sul rapporto musica-società.

Nicola Ferrari, musicologo e comparatista, ripercorrerà questo fecondo dialogo di pace e creatività fra due maestri del nostro tempo, ricordando anche un terzo protagonista del ’900 recentemente scomparso, il compositore e direttore francese Pierre Boulez.

NICOLA FERRARI (1973) insegna Letteratura Spagnola e Letterature Comparate al Dipartimento di Lingue dell’Università di Genova. Svolge un’intensa attività anche in campo musicale. Fra i suoi lavori, Una casa colma di echi. Figure classiche narrazioni contemporanee (Editori Riuniti).

Link:
Fundaciòn Barenboim-Said http://www.barenboim-said.org/en/inicio/index.html
Barenboim-Said Akademie (Berlino) http://www.barenboim-said.org/en/inicio/index.html