Environment Liguria

Santa Margherita L.: se l’amico è un asino

(E.Manna – La Repubblica, 22/03/15) – A Santa Margherita animali protagonisti Bimbi a scuola a dorso dei somari Per gioco ma anche contro lo stress.

Andare a scuola con lentezza. A cavalcioni di un asino, invece che a bordo dello scuolabus. I ciuchi come terapeuti per scolari distratti: e per anziani soli, per i ragazzi dei centri sociali, persino come accompagnatori in biblioteca e ai concerti. Proprio così: a Santa Margherita Ligure va in scena la bellezza del somaro. Da domani, infatti, sei asini saranno a disposizione dei cittadini e degli studenti. Una lezione — che durerà tutta la settimana — di “pedagogia della lentezza”. Per “riflettere sulla storia della mobilità degli uomini, sul loro rapporto con gli animali, in particolare con quelli da lavoro, sulle necessità di rispetto della terra e della natura”, spiegano in Comune. L’idea nasce dalla collaborazione con l’asineria di Massimo Montanari a Reggio Emilia: che — dopo la visita dell’amministrazione di Santa Margherita — darà vita a un bizzarro “gemellaggio”. Mettendo a disposizione sei esemplari, che scarrozzeranno bambini e anziani, e si presteranno a giochi e attività in una Pet therapy sui generis. Con il patrocinio dell’Unicef.

Fino a sabato 28 marzo, dunque, i pazienti animali da soma saranno in piena attività: al quartiere degli Ulivi a piazza del Sole, nel quartiere di San Siro e nelle principali aree pubbliche, per accompagnare bambini e ragazzi a esplorare il territorio insieme alle scuole. Da qui giovedì 26 mar- zo partirà un percorso di Bicibus per i ragazzini delle superiori. A fare concorrenza alle due ruote, ci saranno sempre i somari: che ogni mattina accompagneranno i ragazzi a scuola con un servizio di Asinobus. Puro folklore? Non proprio. La vicinanza con gli asini, spiegano gli esperti, ha effetti benefici: l’onoterapia infatti si sta diffondendo anche nei centri di riabilitazione italiani, ed è destinata a chi soffre di disturbi della personalità, cardiopatici e ipertesi, persone con handicap motori, bambini e anziani, malati psichiatrici e tossicodipendenti, detenuti, sieropositivi, audiolesi, non vedenti, persone con problemi di ansia, stress, solitudine.

Original source: http://genova.repubblica.it/cronaca/2015/03/22/news/se_l_amico_e_un_asino_la_vita_e_piu_leggera_una_settimana_in_sella_per_scoprire_la_lentezza-110178407/